Il mondo dell’invisibile: cellule, tessuti, organi delle piante


Quando – Ottobre 14, 2022
19:30 – 23:00

Luogo
Campus Universitario Fisciano


Il mondo dell’invisibile e la possibilità di cogliere i particolari intimi degli oggetti o degli esseri viventi che circondano ha da sempre affascinato e intrigato l’uomo. Gli strumenti che permettono al nostro occhio di osservare i particolari e le bellezze delle forme viventi e non viventi sono i “microscopi”. I principali microscopi utilizzati nei laboratori sono: il microscopio ottico convenzionale e lo stereomicroscopio. La principale differenza fra i due strumenti consiste nell’immagine che l’occhio percepisce: piatta o tridimensionale. Il microscopio convenzionale permette di osservare il campione attraverso un’unica direzione e pertanto l’immagine apparirà piatta, bidimensionale e senza volume. Lo stereomicroscopio permette invece un’osservazione tridimensionale del campione. L’attività di laboratorio prevede: l’allestimento di vetrini con preparati biologici, la colorazione e l’osservazione al microscopio ottico di cellule vegetali, organuli cellulari, strutture anatomo-istologiche degli organismi vegetali superiori; l’osservazione in vivo di strutture vegetali mediante lo stereomicroscopio.

 

UNISA – Dipartimento di Chimica e Biologia “A. Zambelli” (Guarino Francesco, Angela Cicatelli, Gianmaria Oliva, Carmen Tammone, Dario Tangredi, Francesca Giuliano)